mandorle

La frutta secca: benefici e usi in cucina

Tipica dei mesi invernali, la frutta secca è una fonte inesauribile di benefici e proprio per questo non dovrebbe mancare nella nostra alimentazione. Ma, soprattutto, la frutta secca è un ottimo ingrediente per impreziosire i piatti con gusto: utilizzandola in cucina è possibile creare combinazioni di sapori unici per donare un carattere particolare alle pietanze.

Noci, mandorle, nocciole, pinoli accontentano tutti i palati e sono ottime sia per gli amanti del dolce che del salato: la frutta secca è spesso protagonista di dolci e liquori, ma anche presente in molte preparazioni di primi piatti, carne, pesce e insalate, viene utilizzata per donare croccantezza a creme e zuppe ed è presente in moltissime ricette tipiche della cucina tradizionale italiana e internazionale.

All’interno dei gusci dalla tipica consistenza legnosa, sono dunque racchiusi preziosissimi alleati in cucina, dai molti elementi nutritivi benefici per la salute, come zinco, calcio, ferro potassio, magnesio, rame e vitamine e i cosiddetti grassi monoinsaturi e polinsaturi, che aiutano a combattere il colesterolo. La frutta secca è ottima per chi fa sport, aiuta la ricrescita dei capelli e a combattere la stitichezza e svolge un’azione benefica per il fegato. È indicata anche per chi è a dieta, ovviamente senza esagerare: nonostante il grande apporto calorico, la frutta secca rientra tra i cibi che aiutano a placare il senso di fame.

Noci

Proprietà nutritive: le noci contengono omega 3 e omega 6, che sono sostanze benefiche soprattutto per il cervello, del quale, curiosamente, le noci ricordano la forma. Inoltre contengono una sostanza chiamata arginina, che è molto utile per la prevenzione di malattie come l’arteriosclerosi.
Utilizzo in cucina: ottimo l’abbinamento con i latticini, tipico ad esempio l’abbinamento con formaggi spalmabili come la crescenza e saporiti come il gorgonzola, con la zucca, nel pesto, con salse o creme in generale, nell’impasto del pane, in insalata, in abbinamento con carni sia bianche che rosse.

Mandorle

Proprietà nutritive: le mandorle contengono molto ferro, perciò sono particolarmente indicate per chi soffre di anemia, e contengono anche una discreta quantità di calcio e di altre sostanze utili per rafforzare la densità ossea.
Utilizzo in cucina: le mandorle possono essere tostate o consumate fresche, sono ottime in abbinamento con miele, formaggi teneri e saporiti, carni bianche. Costituiscono inoltre l’ingrediente principale del marzapane.

Nocciole

Proprietà nutritive: contengono fitosteroli, ovvero sostante utili nella prevenzione di malattie cardiache e circolatorie.
Utilizzo in cucina: particolarmente aromatiche e oleose, sono forse le più utilizzare in pasticceria e per la creazione di dolci, ma ben si adattano a moltissimi altri ingredienti e a tutte le portate, ad esempio con la polenta, la selvaggina e, come tutta la frutta secca, con i formaggi.

Pinoli

Proprietà nutritive: nei pinoli è presente la luteina, che contribuisce a proteggere la cellule dai radicali liberi ed è ottima per la vista.
Utilizzo in cucina: i pinoli sono forse i più versatili tra la frutta secca, morbidi e dal sapore delicato sono utilizzati in una moltitudine di ricette regionali, soprattutto siciliane e liguri, sono ottimi con il pesce e ne basta una manciata per regalare consistenze più pastose a pesti e salse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *